Contatti

Controllo innovativo che incontra soluzioni personalizzate

Le acciaierie e i laminatoi sono messi di fronte a requisiti di qualità sempre più elevati che devono essere dimostrati tramite controlli avvenuti in base alle norme internazionali o a singoli accordi. In particolare per la prova e l'analisi di discontinuità laminari in lamiere grezze e spesse tramite ultrasuoni, FOERSTER offre il sistema di controllo DEFECTOPLATE.
Il sistema convince grazie ad un concetto modulare dell'impianto in cui i componenti da sottoporre a controllo possono essere impostati in base alle esigenze locali, per raggiungere il massimo grado di funzionalità e una stabilità di processo in modo produttivo. A seconda dello schema produttivo e dei requisiti sono disponibili diversi concetti, in modo che gli impianti di controllo possano essere eseguiti al di sopra del piano a rulli (controllo dall'alto) o integrati in esso (controllo dal basso). A seconda del concetto, il controllo della lamiera intera avviene in un ciclo o ispezionando la superficie sulla lamiera verticale con tracce.
I dati grezzi delle discontinuità laminari nel materiale rilevati tramite gli ultrasuoni vengono elaborati nel sistema di rilevazione e inviati al software di analisi per la loro valutazione. Il sistema, inoltre, consente una valutazione completamente automatizzata in base a diverse norme internazionali e a standard di controllo definibili dal gestore dell'impianto. Se una lamiera non dovesse essere conforme a determinati requisiti di qualità, è possibile effettuare ripetute analisi in base ad altre norme sulla base dei dati di controllo salvati, senza dover ricontrollare la lamiera, evitando così di doverla nuovamente maneggiare.

I vantaggi in breve

  • Rilevazione automatica dei dati per la dimostrazione di discontinuità laminari nel materiale sull'intera larghezza della lamiera in una procedura di controllo
  • Elevata capacità di controllo di ca. 720 lamiere/giorno
  • Il software di analisi consente di avere una documentazione automatica e riproducibile in base agli standard internazionali o definiti singolarmente
  • Possibilità di valutazione successiva offline utilizzando diverse norme di controllo tramite il software di analisi. In questo modo non sono necessari processi di ispezione ripetuti e la gestione viene semplificata
  • Con il materiale controllato è possibile rivolgersi a mercati premium e raggiungere un fatturato maggiore
  • Risparmio di risorse produttive grazie all'impiego del sistema di controllo come strumento di monitoraggio dei processi e di ottimizzazione

Dati tecnici

Elettronica a ultrasuoni e dotazione: Elettronica a ultrasuoni FOERSTER, software di analisi FOERSTER
Testine di controllo trasmettitore/ricevitore S1E1 / S1E3 / S1E4, 5 MHz
Velocità di controllo: ≤ 1000 mm/s
Distanza caricamento: 1 mm (con max. 1000 mm/s)
Sensibilità di controllo: KSR2, KSR3
Zone morte:
(valori indicativi, in base alla dimensione del riflettore e alla posizione in profondità)
ca. 1,5 mm sui due lati
Aree dei bordi non verificate (a seconda del concetto dell'impianto e all'esecuzione possono differenziarsi

Aree dei bordi non verificate:
(a seconda del concetto dell'impianto e dell'esecuzione si possono
presentare valori divergenti)

▪ Bordi longitudinali con controllo ≤ 5 mm con lamiere tagliate / ≤ 15 mm con lamiere non tagliate
▪ Bordi trasversali senza controllo testa/base ≤ 80 mm
▪ Bordi trasversali con controllo testa/piede ≤ 5 mm (solo con lamiere tagliate)
Materiali: Acciai ferritici a bassa lega
Dimensioni lamiera:
(valori indicativi, valori divergenti in base alla specifica del cliente)
Lunghezza 3.000 – 52.000 mm, larghezza 900 – 5.400 mm, spessore 5 – 175 mm
Temperatura della lamiera: Superficie 5 – 120 °C, opzionale fino a 200 °C
Condizione della lamiera: ▪ Superficie grezza e priva di sporco, olio, grasso, colore o impurità e scaglie
▪ Possibilmente senza ondulazioni e deformazioni del bordo (rientranza e bavature da taglio o residui del taglio a caldo)
▪ Squilibrio massimo limitato

 

 

Norme

JIS G 0901

descrive il il controllo a ultrasuoni di piastre in acciaio per contenitori sotto pressione.

AS 1710-2007

descrive la procedura del controllo a ultrasuoni di lamiera di acciaio al carbonio e a bassa lega e di profili universali e definisce una classificazione della qualità.

ASME SA 435

specifica il controllo a ultrasuoni di piastre di acciaio con testina di controllo verticale.

ASME SA 578

specifica il controllo a ultrasuoni di piastre di acciaio laminate per applicazioni speciali con testina di controllo verticale.

ASTM A 435

comprende le norme standard e di accettazione per il controllo a ultrasuoni tramite procedura impulso-eco con testina di controllo verticale di piastre di acciaio al carbonio completamente calmate e legate.

ASTM A 578

comprende le norme standard e di accettazione per il controllo a ultrasuoni tramite procedura impulso-eco con testina di controllo verticale di piastre di acciaio laminate e legate.

BS 5996:1993

definisce il livello di accettazione per discontinuità in lamiere d'acciaio, nastri e acciaio universale, basandosi su controlli a ultrasuoni.

DNV OS-F 101

comprende criteri e linee guida per la produzione, il montaggio, il controllo, la messa in funzione e la manutenzione di sistemi di condutture. Per questo si consiglia un controllo a ultrasuoni completo di piastre, nastri e tubi per verificare la presenza di discontinuità laminari, con i relativi requisiti.

EN 10160

descrive il controllo a ultrasuoni di prodotti piatti in acciaio con un spessore uguale o superiore a 6 mm (procedura a riflessione).

EURONORM 160-85

descrive il controllo a ultrasuoni di lamiere d'acciaio con un spessore uguale o superiore a 6 mm (procedura a riflessione).

GB/T 2970-2004

descrive la procedura del controllo a ultrasuoni per lamiera spessa in acciaio.

GOST 22727-1988

descrive la procedura di controllo a ultrasuoni per lamiera laminata.

ISO 10893-9

descrive il controllo a ultrasuoni di nastri o lamiera utilizzati per la produzione di tubi di acciaio saldati, per mostrare doppiature.

ISO 17577

descrive il controllo a ultrasuoni di prodotti piatti in acciaio con un spessore uguale o superiore a 6 mm.

ISO 3183

specifica i requisiti e la procedura di controllo di tubi in acciaio per i sistemi di trasporto di tubazioni nell'industria petrolifera e del gas naturale.

JB 4730-1994

specifica cinque procedure non distruttive di controllo e classificazione dei difetti, tra cui il controllo a ultrasuoni per materie prime, pezzi di ricambio e cordoni di saldatura di contenitori sotto pressione.

JIS G 0801

descrive il il controllo a ultrasuoni di piastre in acciaio per contenitori sotto pressione.

NF A04-305

descrive il controllo a ultrasuoni di prodotti piatti in acciaio con un spessore uguale o superiore a 6 mm (procedura a riflessione).