Industria metallurgica

Competenza specifica

Da oltre 60 anni l'azienda FOERSTER è sinonimo di qualità, affidabilità e precisione nel controllo non distruttivo del materiale dei metalli. Quando si tratta di controllare la presenza dei difetti più svariati su barre, fili, tubi, profilati, billette, rotaie e lamiere, offriamo la gamma di prodotti migliore sul mercato per tecnologia e qualità.

Aiutiamo così i nostri clienti a realizzare prodotti di alta qualità. Grazie a innovazioni sempre nuove contribuiamo a configurare attivamente il futuro dei controlli non distruttivi. Accettiamo volentieri le sfide che ci si presentano e ci siamo posti il compito di superarle ponendo nuovi standard.

L'industria metallurgica è un mercato vario con molteplici compiti di controllo a cui dedichiamo le nostre attività. Dal più piccolo filo della lampadina a incandescenza fino alle tubazioni di grande diametro dei giacimenti petroliferi, controlliamo fin nei minimi dettagli le superfici metalliche utilizzando le più svariate tecnologie. Date un'occhiata con noi dietro le quinte dell'industria metallurgica.

Esempi di applicazione

88 tasti e innumerevoli possibilità di combinazione a due mani rendono il pianoforte uno degli strumenti più complessi da suonare. Ma non è solo complesso suonare il pianoforte, complessa è anche la meccanica che si cela in esso. Per la creazione del suono è particolarmente importante il cosiddetto "filo per corda di pianoforte", un filo elastico tirato e ruotato a spirale che viene avvolto intorno alla corda e che viene messo in vibrazione dal colpo del martello. Il tono così creato viene amplificato dal corpo risuonatore.

Per ottenere un suono puro e incomparabile vengono posti severi requisiti qualitativi sui materiali utilizzati. Già la materia prima viene sottoposta a una accurata selezione e diversi meccanismi di prova e di controllo durante la produzione del filo elastico assicurano una qualità perfetta. Eventuali difetti superficiali del materiale, quali per esempio incrinature, potrebbero infatti influire negativamente sul suono o causare addirittura la rottura del filo elastico.

Per ottenere la sinfonia perfetta i sistemi DEFECTOMAT e CIRCOGRAPH controllano la presenza di difetti superficiali longitudinali e trasversali sul filo elastico. Il tutto avviene per mezzo della tecnologia non distruttiva a correnti indotte, con la quale è possibile rilevare in modo affidabile anche i più minuscoli difetti di materiale. Invisibili, contribuiamo così a realizzare il suono perfetto.

Il taglio o la fresatura dei metalli richiedono utensili estremamente duri e resistenti all'usura, i cosiddetti utensili in metallo duro. Si definiscono metalli duri le strutture realizzate con materiali metallici duri come il carburo di tungsteno e un cosiddetto metallo legante, per esempio il cobalto.

Per produrre un metallo duro il materiale metallico duro e il legante in polvere vengono mescolati e macinati finemente. Successivamente il granulato viene sottoposto a formatura tramite pressione e sinterizzato. Il legante viene riscaldato fino a quando si fonde e riempie le cavità tra i carburi. Si ottiene uno sbozzato, che può essere ulteriormente lavorato fino a realizzare ad esempio placchette non riaffilabili o frese per filettare.

Caratteristiche di qualità dei metalli duri sono per esempio la granulometria e la struttura omogenea dei metalli duri sinterizzati. Tramite la determinazione della coercitività e della magnetizzazione di saturazione, l'apparecchio KOERZIMAT di FOERSTER fornisce informazioni sulla granulometria e la distribuzione uniforme dei carburi nel composito sinterizzato. Si assicura così che i metalli duri soddisfino gli elevati requisiti di sicurezza posti.

Cosa hanno in comune una ruota eolica, una nave portacontainer e una piattaforma di trivellazione?

Per la costruzione e produzione di tutti e tre si utilizza lamiera pesante e di grande spessore. La lamiera viene prodotta in un'acciaieria. Il materiale di partenza è costituito da grandi blocchi di metallo, le cosiddette bramme. Esse vengono portate attraverso enormi coppie di cilindri la cui distanza si riduce sempre di più. Questo procedimento continua fino a quando si ottiene lo spessore lamiera desiderato.

A questo proposito si distingue tra laminazione a caldo e laminazione a freddo. Nella laminazione a caldo il materiale viene lavorato in uno stato incandescente. Questo procedimento viene impiegato soprattutto quando la lamiera deve avere uno spessore maggiore. La laminazione a freddo viene utilizzata per spessori minori. Dopo la laminazione è diventato uno standard eseguire un controllo della qualità e dei difetti delle lamiere, in quanto solo il materiale controllato trova impiego nella cantieristica navale o nelle ruote eoliche.

Il sistema di controllo DEFECTOPLATE di FOERSTER esamina le lamiere per mezzo del metodo a ultrasuoni con acqua come elemento di accoppiamento: verifica la presenza di imperfezioni laminari nel materiale, rileva i dati e li elabora in modo conforme fino alla valutazione automatica secondo standard selezionabili. La larghezza di controllo più grande finora realizzata da FOERSTER è di circa 5,4 m. Le lamiere di questa larghezza vengono utilizzate soprattutto nella cantieristica navale e nelle piattaforme di trivellazione, oppure per le pareti di reattori chimici e centrali elettriche.

Come molteplici sono le applicazioni per la lamiera pesante, egualmente molteplici sono i prodotti dietro la cui qualità si cela il nome FOERSTER.

Durante un viaggio in treno non avete mai pensato a come vengono prodotte le rotaie sopra le quali state scorrendo senza quasi accorgervi?

Se i primissimi sistemi di rotaie erano realizzati in legno, le rotaie delle ferrovie oggi vengono prodotte da laminatoi altamente specializzati. Le rotaie presentano elevati requisiti qualitativi e viene utilizzato solo acciaio di alta qualità, sottoposto a formatura tramite diversi processi di laminazione. Poiché le rotaie sono soggette a forti sollecitazioni e devono durare molti anni, è importante che già durante la produzione esse vengano esaminate per verificare la presenza di difetti nel materiale.

Data la struttura a profilo delle rotaie sono necessari a questo scopo specifici sistemi di controllo a correnti indotte. Per questo compito FOERSTER ha sviluppato il sistema di sensori CIRCOSCAN. Esso è dotato di dischi rotanti che in combinazione con l'elettronica di controllo CIRCOGRAPH esaminano la presenza di eventuali difetti superficiali longitudinali sulle rotaie per mezzo del metodo a correnti indotte. Questo procedimento opera assolutamente in modo non distruttivo e senza contatto. I difetti possono essere così rilevati tempestivamente e rimossi. Per il rilevamento di difetti superficiali longitudinali l'elettronica di controllo può essere ampliata con il sistema DEFECTOMAT. In questo sistema la rotaia attraversa una bobina che controlla il materiale per mezzo di correnti indotte. Con il nuovo sistema a ultrasuoni FOERSTER amplia la gamma di prodotti introducendo un procedimento in grado di accertare eventuali difetti all'interno delle rotaie. FOERSTER offre quindi la soluzione completa per il controllo qualità delle rotaie.

Controllate da noi per voi – perchè il viaggio in treno diventi un piacere.