Metodo di controllo magneto-induttivo

Funzionamento del metodo di controllo magneto-induttivo



Nell'avvolgimento di ricezione della bobina di misurazione si genera una tensione, che dipende dalla conducibilità del materiale controllato (valore nominale elettrico) e dalla forma e dimensione della curva di isteresi (valore nominale magnetico), il cui esame consente il controllo di acciai ferromagnetici e austenitici nonché metalli non ferrosi.

Poiché la curva di isteresi viene influenzata dai valori nominali tecnologici, quali durezza, elementi di lega e struttura, tramite le proprietà magnetiche è possibile rilevare in modo estremamente adeguato questi valori nominali.

Dalla variazione delle intensità di campo di eccitazione è possibile selezionare l'intervallo dinamico della curva di isteresi il cui valore nominale magnetico viene influenzato in modo considerevole dal valore nominale della tecnologia cercato. La scelta della frequenza di eccitazione inoltre consente un'osservazione selettiva delle proprietà del nucleo e della superficie.